SIM Marina e SIM Guardia Costiera: adeguare subito il valore dei pasti del personale

“SIM Marina e SIM Guardia Costiera sono seriamente preoccupate dell’evolversi della situazione economica del Paese che sta precipitando nel baratro di una inflazione incontrollata. Nell’anno in corso – sottolineano i sindacati militari – si è verificato un costante aumento dei prezzi dovuto principalmente alla crisi internazionale in atto, che sta facendo seguito ai danni economici già provocati dalla pandemia. Ne ha seria conseguenza il personale rappresentato che vede erodere giorno dopo giorno non solo la capacità di acquisto dello stipendio ma anche la qualità del supporto logistico, ed in particolare è oltremodo evidente il decadimento della gestione delle mense di servizio che è basata per la maggior parte sulla cosiddetta razione in contanti che può essere rapidamente modificata con un decreto ministeriale a cura della Direzione Generale competente.

L’inflazione reale, che è molto superiore all’8% certificato recentemente dall’Istat, sta infatti provocando grandi difficoltà nel garantire un pasto dignitoso al personale. L’insufficienza dei pasti serviti, in quantità e qualità è assolutamente evidente a chiunque abbia la voglia di verificare di persona, con grave nocumento anche dell’operatività e della tenuta morale del personale. Mentre per un adeguamento stipendiale è giocoforza necessario un intervento governativo che esula dalla possibilità concreta dello Stato Maggiore della Difesa, per il valore della razione viveri è invece possibile una rapida soluzione interna coordinata dallo Stato Maggiore della Difesa che è necessaria e doverosa per il rispetto della dignità del personale. La credibilità delle nostre Istituzioni passa anche dalla soluzione di questa questione che è la cartina di tornasole per riconoscere chi vuole che le Forza Armate siano funzionali e rispettose del proprie personale e chi invece si blocca di fronte a sterili ed imbarazzanti questioni burocratiche e finanziarie. Abbiamo quindi – concludono SIM Marina e SIM Guardia Costiera – chiesto al Capo di Stato Maggiore della Marina Militare un suo intervento per adeguare rapidamente gli importi dedicati al pranzo quotidiano del personale militare.”

error: ll Contenuto è protetto