Sardegna, impugna motosega durante controllo dei carabinieri in un bar: all’interno 100 persone assembrate

Ha acceso la motosega e l’ha agitata in aria per intimidire i carabinieri intervenuti per sgomberare il locale stracolmo di gente nonostante le norme anti-Covid. È accaduto ieri sera a Villamar, nel Sud Sardegna.

Un agricoltore di 40 anni è stato denunciato per porto di oggetti per offendere e disturbo della quiete delle persone. Multato anche il titolare del bar che non ha limitato l’accesso ai clienti: all’interno c’erano circa 100 persone. Al 112, infatti, è arrivata una telefonata che segnalava l’assembramento nell’esercizio pubblico .

Sul posto sono subito arrivate le pattuglie della Stazione di Villasor e della Compagnia di Sanluri. I carabinieri si sono subito accorti che il bar era pieno di gente e che il titolare non aveva nemmeno affisso all’esterno il cartello per indicare la capienza massima di venti persone. I militari dell’Arma hanno fatto lentamente allontanare gli avventori, innescando una serie di proteste. Particolarmente pesante quella messa in atto dall’agricoltore: dopo essere uscito dal bar, ha raggiunto la propria auto dove ha prelevato una motosega. Poi si è piazzato davanti al locale e l’ha accesa, brandendola in aria con fare minaccioso. L’uomo è stato identificato e denunciato, la motosega è stata sequestrata.

Commenti Facebook

Lascia un commento

error: Content is protected !!