Riunione Ministri Difesa a Berlino. Guerini: “Serve dialogo tra le parti”


Roma, 26 ago. (askanews) – “Necessario un approccio bilanciato per la ricerca di una sempre maggiore cooperazione e dialogo tra le parti”: così il ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, ha dichiarato a margine della riunione informale dei ministri della Difesa in corso a Berlino.

L’Italia, come ha rappresentato il ministro Guerini all’omologo turco in occasione del recente incontro di luglio ad Ankara, ribadisce questa posizione, sottolineando allo stesso tempo, secondo quanto si legge in un comunicato, la determinazione italiana verso il rispetto del diritto internazionale e la tutela degli interessi nazionali e vuole contribuire al rafforzamento del dialogo anche attraverso le interazioni tra le rispettive Unità Navali.

La situazione geopolitica del Mediterraneo Orientale, area di interesse strategico per il nostro Paese e per la sicurezza dell’Europa, è caratterizzata da tensioni legate alla contesa di ampie risorse energetiche che vedono coinvolte anche importanti aziende italiane, in particolare nella ZEE cipriota. Nell’ottica della salvaguardia degli interessi nazionali e con la volontà di assicurare il rispetto del Diritto Internazionale marittimo, insieme a Francia e Cipro, già dalla fine dello scorso anno la presenza della Marina Militare è stata significativamente incrementata adottando un approccio non escalatorio e capitalizzando, in tal senso, gli storici eccellenti rapporti anche con la Marina turca allo scopo di favorire il dialogo tra le parti.

Nello scorso febbraio, i ministri della Difesa di Cipro, Francia e Italia, cui si è aggiunta la Grecia, hanno convenuto sulla opportunità di avviare forme di collaborazione strutturate, sempre improntate al dialogo e alla cooperazione, attraverso il cosiddetto QUAD, attività quadrilaterale di coordinamento nel settore marittimo finalizzata ad assicurare una presenza navale costante nella regione. In questo scenario, dal 26 al 28 agosto, al largo di Cipro si svolgerà l’esercitazione quadrilaterale EUNOMIA 2020, con unità navali di Francia, Cipro e Grecia, cui l’Italia parteciperà con Nave Durand De La Penne. La nave è già impegnata nel Mediterraneo orientale per la campagna addestrativa a favore degli Allievi del Secondo Anno dell’Accademia Navale.

Saranno svolte attività addestrative di media complessità allo scopo di consolidare la capacità delle marine delle quattro nazioni di operare congiuntamente e di incrementare la cosiddetta “maritime situational awareness” in tale zona del bacino mediterraneo.

La stessa unità, durante il trasferimento verso l’area di esercitazione a largo di Cipro, ha svolto oggi, nelle ore mattinali, anche una attività addestrativa cosiddetta di “passaggio” con la Marina turca, durata circa 4 ore durante il transito verso Cipro.

L’attività conferma e rafforza la cooperazione tra gli attori coinvolti, essenziale per dare concretezza all’azione che vede il nostro Paese impegnato per la stabilizzazione della regione.

Leave a Reply

error: Content is protected !!