RAUTI:”L’ESERCITO NASCE PER DIFENDERE ISTITUZIONI, CONFINI E CITTADINI NON PER TAPPARE LE BUCHE”

Manovra. Rauti (FdI): nella legge di Bilancio c’è norma salva-Raggi. Offensivo impiego genio esercito per tappare buche Roma
“Questa manovra è una manfrina elettorale. M5S e Lega prima hanno ingaggiato prova muscolare con l’Europa e poi hanno fatto marcia indietro su tutto per una somma di misure e di mancette elettorali prive di una sintesi, di una visione di insieme, di un progetto, di un orizzonte, di un piano di sviluppo. È quanto afferma la senatrice Isabella Rauti (Fratelli D’Italia).

“E cosa tra le più gravi è tornata la cosiddetta misura tappabuche, quella per rattoppare le buche di Roma, che prevede uno stanziamento di 40 milioni per il 2019 e di 20 milioni per il 2020. Una misura bocciata e poi reintrodotta, usando nella seconda stesura l’escamotage del carattere emergenziale.

Questa misura offende la dignità delle Forze armate, togliendo loro rispetto. L’esercito nasce per difendere le Istituzioni, i cittadini, i confini e la pace internazionale non nasce per coprire le buche di chi non ha saputo gestire l’Amministrazione. Infatti, la verità è che in questa manovra è contenuta una norma salva-Raggi, che avrà valore per un biennio esattamente quanto manca per la fine del mandato dell’amministrazione capitolina. Una misura inaccettabile che nasconde una logica perversa, che punta a trasformare l’esercito in una specie di Protezione civile allargata”.