Provoca un incidente, senza feriti, raggiunto dai carabinieri si uccide sparandosi al volto

La scorsa notte un giovane operaio di 21 anni, che lavorava in una ditta di assemblaggio di circuiti elettrici, ha provocato un incidente stradale, nel territorio di Lunano, in provincia di Pesaro Urbino, lungo la SS. 687 Pedemontana. Incidente che ha coinvolto due auto: quella condotta dal giovane e una guidata da una donna. Fortunatamente non ci sono stati feriti ma lui si è dato alla fuga. Alle 4,30 di questa mattina i carabinieri bussano alla porta del giovane, che abita da solo a Sant’Angelo in Vado, e gli spiegano che non c’erano stati né vittime e né feriti, ma solo danni alle vetture. Il giovane ha subito ammesso tutto, si è sincerato che la conducente dell’altra auto fosse rimasta illesa e ha chiesto di andare in camera da letto a prendere i documenti per poi seguire i militari sul luogo dell’incidente. Una volta nella stanza si è sparato al volto con il fucile da caccia ed è morto sul colpo. Una tragedia che ha sconvolto la famiglia, la madre e due fratelli, che vivono a Piandimeleto. Le indagini, su delega della Procura di Urbino, sono affidate ai carabinieri.

Commenti Facebook

Lascia un commento

error: Content is protected !!