"POLIZIOTTI SENZA POLIZZA". SEQUESTRATI AUTO E SCOOTER DEGLI AGENTI DEL COMMISSARIATO FUORIGROTTA - INFODIFESA

“POLIZIOTTI SENZA POLIZZA”. SEQUESTRATI AUTO E SCOOTER DEGLI AGENTI DEL COMMISSARIATO FUORIGROTTA

Sei scooter e un’auto parcheggiati davanti al commissariato di Fuorigrotta. Sono sprovvisti di assicurazione. Obbligatoria. Arrivano i vigili urbani e scatta il sequestro: quei ciclomotori e l’auto, dalle immagini di un servizio televisivo, risultano in uso ad agenti della polizia. Sono le telecamere di “Striscia La Notizia” a sollevare il caso e a contattare la polizia municipale.

Lo scrive sulla sua pagina facebook Luca Abete, inviato della nota trasmissione tv: “Accadono cose davvero incredibili! Ci credete se vi dico che abbiamo dovuto chiamare i vigili urbani per far sequestrare e multare 6 scooter e un’auto senza assicurazione ad altrettanti poliziotti in servizio nel commissariato di Fuorigrotta? Poiché erano “ scoperti da polizza” li abbiamo scoperti noi”.

Nelle foto pubblicate su Fb si vede Abete, accanto a un carro attrezzi, che adagia delle coperte sui motorini e su una decappottabile di colore scuro. “Poliziotti senza polizza”, ironizza l’inviato di Striscia ( il servizio è poi andato in onda ieri alle 21 e 20). Si tratta della classica violazione dell’articolo 193 del codice della strada: chiunque circola ha l’obbligo della polizza. Oltre al sequestro, sono state rifilate multe da 849 euro per ogni mezzo senza assicurazione. Tanti i commenti di sdegno sotto il post di Abete: “ Vergogna”, “ Siamo alla frutta”. C’è anche chi sottolinea però “ il costo elevato delle assicurazioni a Napoli”. Un utente alza il tiro: “ In questa città non sai mai chi sono i veri delinquenti, se i criminali o quelli che dovrebbero assicurarli alla legge….”.

C’è da dire che non è il primo caso che vede coinvolti agenti in divisa. Furono elevate qualche tempo fa contravvenzioni nell’area intorno alla Questura, in via Medina, per auto parcheggiate male. Vigili contro poliziotti, anche in quel caso. La Questura però chiarì che erano “macchine di servizio per pedinamenti”: «Abbiamo dovuto annullare i verbali – raccontano dal comando di via de Giaxa – e ci abbiamo rimesso anche i soldi delle raccomandate.

 Da allora abbiamo stabilito che è la stessa Questura a controllare le auto nella sua zona. Non interveniamo».

Ma la polizia municipale non ha risparmiato il pugno duro anche ai suoi agenti: un anno e mezzo fa furono scoperti sei vigili motociclisti che viaggiavano senza assicurazione sui loro scooter privati. Tra i sei c’erano anche un paio di dirigenti sindacali. Furono verbalizzati e furono contestati anche provvedimenti disciplinari.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *