Pilota legato al palo da colleghi con bombe che cadono: scandalo nell’aviazione militare francese

Un gruppo di piloti dell’aviazione militare francese sta affrontando le conseguenze di uno strascico legale dopo essere stato accusato di aver legato un commilitone 27enne ad un palo di un poligono di tiro e di aver preso un caccia per far piovere proiettili e bombe intorno a lui.

Secondo i media locali, la bravata è avvenuta in una base aerea nel sud della Corsica nel marzo 2019, con l’avvocato del pilota che ha detto che i colleghi hanno preso di forza il suo assistito, lo hanno legato con del nastro adesivo e gli hanno messo una borsa sulla testa. Dopodiché, è stato portato al poligono di tiro locale sul retro di un camioncino, legato a un bersaglio, e per i successivi venti minuti ha sentito aerei da guerra sganciare bombe e sparare proiettili intorno a lui.

L’avvocato dice che il suo cliente è stato traumatizzato da questo episodio di nonnismo che continua a perseguitarlo due anni dopo: per il trauma psicologico è stata aperta una causa presso il tribunale di Marsiglia. Ha aggiunto che mentre “le pratiche regolari di nonnismo umiliante o addirittura violento” nell’aviazione francese sono un problema generale, nel caso del suo cliente è stato un danno erariale per lo Stato, dato l’uso di caccia e munizioni.

Secondo quanto riferito, video e immagini dell’incidente sono stati consegnati ai pubblici ministeri, alcuni dei quali sono finiti sui social. (Ag. Sputnik)

Commenti Facebook

Lascia un commento

error: Content is protected !!