MATTARELLA ELOGIA MILITARI E FORZE DI POLIZIA E RICORDA DI NON SNATURARE LE FORZE ARMATE CON COMPITI NON COMPATIBILI

Nel suo discorso, Mattarella cita anche l’episodio di una signora di 90 anni che sentendosi sola a Natale ha telefonato ai Carabinieri.

E ai tanti in solitudine rivolge un “saluto affettuoso”. Elogia Carabineri, Forze dell’ordine e Vigili del fuoco, “simbolo di istituzioni al servizio della comunità, patrimonio da salvaguardare, perché appartiene a tutti i cittadini”.

“Insieme a loro rivolgo un augurio alle donne e agli uomini delle Forze armate, impegnate per garantire la nostra sicurezza e la pace in patria e all’estero. Svolgono un impegno che rende onore all’Italia. La loro funzione non può essere snaturata, destinandoli a compiti non compatibili con la loro elevata specializzazione”.

Ribadisce impegno per la ricostruzione post sisma. E un augurio ai 5 milioni di immigrati in Italia