L’Italia in prima linea nelle sfide della Nato, afferma il presidente Meloni

Il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, ha incontrato giovedì 10 novembre a Roma il presidente Giorgia Meloni, che ha ribadito il suo pieno sostegno all’Ucraina e a tutte le sfide condivise dai Paesi dell’Alleanza atlantica.

“L’Italia è in prima linea nelle sfide della Nato”, ha detto Giorgia Meloni confermando l’impegno dell’Italia nei confronti dell’Alleanza atlantica e delle sfide comuni ai Paesi che ne fanno parte.

“La dimensione transatlantica ed europea sono ovviamente entrambe fondamentali per la nostra sicurezza”, ha sottolineato la premier.

Meloni ha spiegato di aver discusso con il segretario generale di come espandere la cooperazione “fondamentale” tra Nato ed Unione europea sul fronte della difesa, e ha sottolineato l’importanza delle sfide “che vengono dal fianco meridionale”, oltre a ribadire il pieno sostegno all’Ucraina.

“L’Italia è fianco a fianco con gli alleati per la pace in Europa e per sostenere l’Ucraina per tutto il tempo necessario. Accolgo con gran favore il contributo importante dell’Italia per la difesa Ucraina, con centinaia di milioni di euro di aiuti finanziari e umanitari”, ha dichiarato Stoltenberg durante l’incontro.

“L’alleanza è indispensabile per la sicurezza e la prosperità delle nostre nazioni, senza sicurezza non c’è e non ci può essere crescita per le nostre società e ovviamente dobbiamo insieme difendere i comuni valori della nostra identità occidentale. Ed è quello che siamo impegnati a fare”, ha chiarito Meloni.

Oltre alla difesa dalla guerra iniziata dalla Russia di Vladimir Putin, il segretario generale della Nato ha discusso della difesa informatica dalla “minaccia del cyberspazio” che è “reale e sta crescendo”.

Prima di incontrare la premier, Stoltenberg ha partecipato all’evento “NATO Cyber Defense Pledge Conference 2022”, organizzato da Italia, Stati Uniti e Nato alla Farnesina.

“L’Italia e gli Stati Uniti sono entrambi ottimi esempi di forti difese informatiche”, ha dichiarato Stoltenberg.

“Il nostro impegno per la difesa informatica è importante”, ha sottolineato, invitando tutti gli Stati alleati ad investire e cooperare per assicurare una “difesa collettiva” contro gli attacchi informatici.

“Un attacco a un alleato, è un attacco a tutti”, ha chiarito Stoltenberg.

error: ll Contenuto è protetto