Igor “il Russo”, furia in carcere: si costruisce un’armatura fai da te e manda in ospedale 5 agenti

E’ detenuto nella prigione di Duenas, in Spagna, e in quel carcere ha cercato di ferire un funzionario colpendolo con due piastrelle e ha mandato in ospedale cinque persone. L’aggressore è Norbert Feher, più noto come Igor il russo, il serbo 40enne arrestato a dicembre 2017 al termine di una latitanza di otto mesi, dopo aver commesso diversi omicidi in Italia e in Spagna.

L’aggressione – Igor ha usato le piastrelle prese dal bagno della sua cella, scrive il sito di informazione Lacomarca.net, per aggredire alcuni operatori carcerari: non voleva essere trasferito a Saragozza, dove lunedì inizia il processo per il triplice omicidio a suo carico nella zona di Teruel, nel dicembre di quattro anni fa. 

Delitti in Italia e in Spagna – Feher aveva commesso due omicidi il primo e l’8 aprile 2017 nelle province di Bologna e di Ferrara, delitti per i quali è stato condannato all’ergastolo in appello. Prima di essere catturato, in Spagna aveva ucciso due agenti della Guardia Civil e un allevatore. Aveva inoltre ferito gravemente altre due persone e per questo crimine è già stato processato e condannato a 21 anni. 

Il trasferimento dopo l’aggressione – Lacomarca.net spiega che le cinque persone aggredite sono arrivate in ospedale con ferite di varia entità, nessuna grave. I cinque si sono presentati alla sua cella per trasferirlo. Igor li ha accolti con indosso “un’armatura”, diversi abiti sovrapposti e varie riviste sotto i vestiti. Dopo l’aggressione, il personale del carcere è riuscito a trasportarlo in un’ala del carcere in cui un reparto speciale della Guardia Civil lo attendeva per il trasferimento. 

Commenti Facebook

Lascia un commento

error: Content is protected !!