I MARESCIALLI DELL’ARMA TORNANO AL VOTO. COBAR/COIR E COCER: TUTTO DA RIFARE

Con la determinazione n. 268/21-1/2018 di protocollo del 7 maggio 2018, il comandante della legione Carabinieri “Toscana” ha disposto la non eleggibilità del Luogotenente C.S. ZETTI Massimiliano e la conseguente esclusione dall’elenco degli eleggibili.

Il Luogotenente Zetti ha quindi impugnato il provvedimento di esclusione al TAR Toscana che, si legge nel dispositivo, ha “Ritenuto che la consegna di rigore comminata al ricorrente non ha quale presupposto la violazione di norme contenute nel libro IV del titolo IX del capo III del codice dell’ordinamento militare ed ha accolto la domanda cautelare sospendendo per l’effetto i provvedimenti impugnati nella parte in cui dispongono o presuppongono la esclusione del ricorrente dal novero degli eleggibili e ordinando all’Amministrazione di dar corso agli adempimenti conseguenti.”

La rappresentanza militare del centro Italia, ruolo ispettori, è dunque da rifare. I carabinieri dovranno tornare presto al voto non solo per il Co.Ba.R. Toscana la cui eleggibilità era stata preclusa al Luogotenente Zetti ma anche il Co.I.R. Podgora e conseguentemente il Co.Ce.R.

I marescialli dell’Arma tornano dunque al voto, in un momento molto particolare per la rappresentanza militare impegnata con i correttivi al riordino delle carriere (particolarmente danneggiati sono stati i marescialli dell’Arma -8), la coda contrattuale ed una nuova stagione contrattuale alle porte (2019/2021).