Carabiniere suicida in caserma non regge alla morte della moglie. “Rivedo le nostre foto e sto male”

Ieri pomeriggio un appuntato scelto dell’Arma dei carabinieri è stato trovato privo di vita nel bagno della Caserma Gonzaga di Foligno. Nicola Galardini, questo il nome del militare, si è tolto la vita in quel piccolo spazio. Un colpo alla testa.

L’uomo non sarebbe riuscito a reggere la profonda prostrazione dovuta la recente perdita della moglie avvenuta circa 3 mesi fa a seguito di una grave malattia.

«Sta arrivando l’estate – scriveva sul suo profilo Facebook il 4 di luglio – e rivedendo le nostre foto delle nostre bellissime vacanze, mi sento veramente male, pensando che tutto questo sia finito! Mia dolce e bellissima principessa, mi manchi tanto, tantissimo. Nessuno potrà mai capire quanto ci siamo amati, nessuno. Un giorno, in un’altra dimensione, qualcuno dovrà darmi spiegazioni. E le pretenderò, come dicestu tu, tesoro mio, prima di lasciarmi. Spero vivamente che, intanto, qualcuno ti abbia dato spiegazione a questo calvario terreno che hai (abbiamo) dovuto subire. Alla fine dei miei giorni, anche fosse tra 50 anni, vienimi incontro e abbracciamo, tuo per sempre, Nick».