Carabiniere muore a soli a 40 anni. L’appuntato si è spento dopo una lunga malattia

Per 22 anni ha indossato la divisa, ma purtroppo a soli 40 anni si è dovuto arrendere alla malattia. I carabinieri di Monza e della Brianza piangono la prematura scomparsa di Alessandro Cirrone, appuntato scelto nato proprio nel capoluogo brianzolo il 2 ottobre 1981. Il militare è morto sabato 21 maggio al Policlinico di Milano dopo una lunga e dura battaglia con un male incurabile.

“Cirrone era un carabiniere brillante – ricorda l’Arma – sempre a disposizione di tutti i colleghi e della gente”. Si era arruolato nel dicembre del 2000, aveva prestato servizio come ausiliario al secondo battaglione “Liguria” fino al 2003, e successivamente al primo battaglione “Piemonte” fino al 2006. Poi ha prestato servizio alla stazione carabinieri di Besana Brianza dove, ricordano i colleghi  “si è distinto per le sue doti di gigante buono dove, con fine intelletto e particolare intuito investigativo, ha contribuito in maniera determinante a numerosissime operazioni di servizio”.

Rita Dalla Chiesa: “Andreotti non andò ai funerali di mio padre e di Falcone, ma ando quelli di Lima…”

Poi nel 2016 il passaggio al radiomobile della compagnia di Seregno: anche lì Cirrone si è fatto apprezzare “per le sue innate doti di altissimo impegno, forza di volontà e spirito di sacrificio nonché estrema sensibilità e vicinanza al prossimo”.

Cirrone lascia la figlia Denise di 12 anni, la famiglia e i colleghi del reparto ancora increduli di fronte alla notizia. I funerali verranno celebrati oggi, martedì 24 maggio, alle 14.30 a Biassono, nella chiesa di San Martino.

Commenti Facebook
error: Content is protected !!