Carabiniere di 46 anni muore per un’emorragia cerebrale, l’Azienda sanitaria: nessuna correlazione con il vaccino

E’ morto oggi in terapia intensiva, Emanuele Calligaris, Maresciallo Maggiore dei Carabinieri di 46 anni, in servizio al Comando Legione Friuli Venezia Giulia di Udine.

LEGGI ANCHE Carabiniere vaccinato ricoverato con le gambe paralizzate. «Per ora è escluso un nesso tra gli eventi»

Aveva iniziato a sentirsi male qualche giorno fa. Entrato la scorsa notte in urgenza per compromissione dello stato neurologico, la Tac cerebrale aveva riscontrato un’estesissima emorragia cerebrale.

LEGGI ANCHE Militare morto dopo vaccino AstraZeneca, dieci indagati per omicidio colposo

L’uomo undici giorni fa aveva effettuato la vaccinazione anti-Covid con il siero di AstraZeneca. Nei giorni successivi all’immunizzazione aveva iniziato ad accusare delle forti emicranie che non gli avevano impedito però di continuare a lavorare.


Fino a ieri, con il drammatico epilogo e la corsa all’ospedale dove i medici hanno deciso per l’intervento chirurgico.
Si è dato il via a una serie di accertamenti per capire le possibili cause. I medici escluderebbero in ogni caso una relazione tra l’emorragia e la vaccinazione anche per i giorni intercorsi tra i due eventi.

Commenti Facebook

Lascia un commento

error: Content is protected !!