Burlesque al circolo ufficiali delle forze armate. Dopo lo scandalo rimosso il direttore

Fonti della Difesa sottolineano che “non era stata data comunicazione preventiva del fatto che si trattasse di uno spettacolo di burlesque” e che, visto l’imbarazzo suscitato dal video della performer pluripremiata Holly’s Good che balla seminuda davanti allo stemma del Circolo Ufficiali delle forze armate, il direttore della struttura “è stato rimosso e già sostituito. E questo prima ancora -viene precisato- che il video fosse diffuso sul web”. Ha avuto immediate conseguenze il singolare spettacolo organizzato allo storico Circolo Ufficiali nell’ambito dell’evento ‘Musica e Sapori’. 

SMD – “In merito a quanto apparso su alcuni organi di stampa relativamente allo spettacolo svolto il 26 febbraio scorso presso il Circolo Ufficiali delle Forze Armate, si comunica che l’organismo dipende ordinativamente dallo Stato Maggiore della Difesa. Il Capo di Stato Maggiore della Difesa, nell’esprimere profondo disappunto per quanto accaduto, ha disposto il trasferimento del Direttore del Circolo ad altro incarico e, su richiesta del Ministro della Difesa, ha avviato immediatamente un’inchiesta interna tesa a verificare fatti e responsabilità che, qualora ravvisate, avranno come conseguenza provvedimenti disciplinari commisurati con la gravità dei fatti accertati”. Lo fa sapere Smd.

In particolare a far discutere, oltre allo spettacolo stesso, anche il fatto che sia stato organizzato in un periodo di guerra, nel circolo ufficiali di palazzo Barberini a due passi dal Quirinale. Senza contare che la ballerina si è esibita su un palcoscenico che ha come sfondo il simbolo delle forze armate, con un pubblico composto prevalentemente da ufficiali in pensione. Sembra che nessuno avesse avvertito che si sarebbe trattato di uno spettacolo di Burlesque anche perché dal titolo inserito nel programma non si capiva che ci sarebbe stato uno spogliarello di una ballerina.

Commenti Facebook

Un pensiero su “Burlesque al circolo ufficiali delle forze armate. Dopo lo scandalo rimosso il direttore

I commenti sono chiusi.

error: Content is protected !!