Bambina di 16 mesi trovata morta in casa: fermata madre

Una 37enne è stata fermata a Milano con l’accusa di aver abbandonato e ucciso la figlia di poco più di un anno. La bambina, trovata in casa senza vita, sarebbe stata lasciata sola nell’appartamento per sette giorni.

La polizia ha fermato a Milano una donna di 37 anni, sospettata di aver ucciso la figlia, una bambina di 16 mesi. Il cadavere della piccola è stato trovato mercoledì in un’abitazione in zona Mecenate. A dare l’allarme è stata la stessa madre che l’aveva lasciata per raggiungere il compagno (la piccola è nata da una relazione precedente, ndr) in provincia di Bergamo. L’uomo era all’oscuro di tutto, pensava che la bambina fosse al mare con la zia, la sorella della 37enne.

La piccola era in un lettino da campeggio e a fianco c’era il biberon ma anche una boccetta di En, un ansiolitico, piena a metà. I medici legali non hanno riscontrato segni di violenza sul corpo, per gli inquirenti è morta di stenti, ma sarà l’autopsia a chiarire se il farmaco o altri elementi possano aver influito sul decesso.

La polizia, coordinata dalla procura di Milano, dopo che sono emersi elementi di presunta responsabilità a carico della madre, cittadina italiana e incensurata, ha eseguito nei suoi confronti la misura del fermo di indiziato di delitto per il reato di omicidio pluriaggravato.

Dalla ricostruzione fornita dalla Questura di Milano, gli agenti della squadra mobile, che hanno eseguito il sopralluogo con gli specialisti della polizia scientifica, hanno rilevato delle incongruenze nei racconti della donna che hanno portato all’interrogatorio con il pubblico ministero. Dalle dichiarazioni fornite sembrerebbe che la donna abbia abbandonato ripetutamente la bambina.

Fonte Adnkronos

Source link

Commenti Facebook
error: Content is protected !!