ATTENTATO ALLA STAZIONE CARABINIERI, RENZI “DI SICURO LI PRENDEREMO”

Le modalità dell’attentato hanno fatto subito pensare all’area anarco-insurrezionalista. Ad essere colpita verso le 3 è stata la stazione dell’Arma ‘Corticella’ di via San Savino. L’ordigno – due taniche di benzina innescate da una miccia, e si sta valutando con le analisi scientifiche se ci siano stati ‘addittivi’, come polvere pirica o altre sostanze – è stato fatto esplodere davanti all’ingresso. I muri hanno tenuto ma è saltata via la porta e si sono frantumate le finestre e alcuni vasi.

“Porto l’abbraccio e la solidarietà di tutti gli italiani ai carabinieri.  Oggi è il momento della solidarietà, della vicinanza e della affettuosa partecipazione. Tutte le analisi competono agli inquirenti, a chi farà le indagini. Quello che è certo è che noi li prenderemo e li assicureremo alla giustizia perché siamo un Paese serio” ha detto Renzi di fronte alla porta divelta della stazione dei Carabinieri.

Angelino Alfano lo ha definito “un episodio gravissimo, da non sottovalutare e noi siamo molto attenti a ogni segnale che proviene dal territorio”. Il ministro dell’Interno ha anche chiamato al telefono il comandante dell’Arma, Tullio Del Sette. “Siamo vicini ai nostri Carabinieri e siamo e saremo durissimi contro chi crede, con queste violenze, di affermarsi contro la forza della Stato”.

Leave a Reply

error: Content is protected !!