ANTAGONISTA 15ENNE FERITA CON IL MANGANELLO, A PROCESSO IL POLIZIOTTO

I fatti fecero seguito allo sgombero dell’ex caserma di Sant’Eufemia, dalla quale furono allontanati diversi nuclei famigliari che si erano stabiliti nell’immobile in disuso sotto la spinta del centro sociale cittadino.

Mentre si svolgevano i colloqui tra gli sgomberati e i servizi sociali negli uffici del Quartiere in piazzale Redecocca, una ventina di giovani antoagonisti cercò di sfondare il cordone di sicurezza e accedere alla sede comunale: spintoni, calci e pugni ricevettero come risposta una carica degli agenti, ma uno di loro colpì in modo violento una ragazza, provocandole una garve ferita al volto e costringendola ad un intervento chirurgico.


Il Gip aveva autorizzato 13 misure cautelari nei confronti di esponenti del Guernica protagonisti di quei fatti violenti, ma anche il poliziotto era stato indagato a seguito di quel colpo apparentemente non ortodosso.

Ieri dalla Procura della Repubblica si è appreso che è stato chiesto il rinvio a giudizio per l’agente, per il quale vengono ipotizzati i reati di lesioni volontarie e abuso d’ufficio, supponendo quindi il ricorso ad un gesto violento non adeguato alla situazione, per quanto critica. L’udienza è fissata per il 16 aprile.

Leave a Reply