AMIANTO: TAR LIGURIA CONDANNA MARINA A RISARCIRE SOTTUFFICIALE AMMALATO

Il Tar della Liguria ha condannato la Marina
Militare a risarcire un sottufficiale per i gravi danni di salute riportati in
servizio a causa dell’amianto. 
Il militare per 15 anni e’ stato imbarcato come
elettricista della Marina e ha sempre operato in un ambiente lavorativo in cui risultava
utilizzato l’amianto per la coibentazione termica e acustica. Piu’ volte il
sottufficiale aveva chiesto alla Marina di adoperarsi per migliorare le
condizioni dei luoghi di lavoro ma senza risultato. I giudici del tribunale
amministrativo si sono avvalsi di accertamenti medici effettuati da esperti
dell’Universita’ di Genova. Secondo i giudici non vi sono dubbi che il
militare, ora in congedo, si sia ammalato a causa delle condizioni di lavoro non
adeguate. Infatti i periti hanno appurato “la diretta derivazione della
malattia dalla prolungata esposizione del militare alle fibre
dell’amianto”. Per cui, concludono i magistrati “puo’ ritenersi
comprovata la responsabilita’ dell’amministrazione militare”. I giudici
non quantificano il danno, ma affermano che la Marina dovra’ “proporre al
creditore un congruo importo per ristorare il danno arrecato”.