Ucraina, da Europa nuovi aiuti per 500 milioni. Ok dalla Germania per invio carri armati Leopard

Via libera del Consiglio Ue Affari esteri a un nuovo pacchetto di aiuti militari a Kiev da 500 milioni di euro. A riferirlo sono stati la presidenza di turno svedese del Consiglio Ue e l’Alto Rappresentante dell’Unione per gli Affari esteri, Josep Borrell. “Oggi abbiamo raggiunto un accordo politico per la settima tranche del sostegno militare all’Ucraina: altri 500 milioni e un’ulteriore sostegno nella nostra missione di addestramento militare. Ciò porta il supporto militare totale nell’ambito dello European Peace Facility a 3,6 miliardi di euro“, ha detto Borrell in conferenza stampa. “Questo è il sostegno dal bilancio dell’Unione europea o dal fondo intergovernativo, ma teniamo presente che la cifra di 49 miliardi è l’importo totale del sostegno militare, finanziario e economico e umanitario, quasi 50 miliardi. Ciò significa che l’Unione è classificata al primo posto. Tra Stati membri e istituzioni europee tutti insieme, siamo al primo posto per il nostro sostegno all’Ucraina”.

“L’Ucraina sta resistendo con la sua determinazione e lasciate che vi dica che continueremo a sostenere l’Ucraina. L’Ucraina deve vincere questa guerra. E la sosterremo nel miglior modo possibile”, ha aggiunto Borrell.

Sul dibattito in ordine all’invio a Kiev dei carri armati Leopard, Borrell ha detto: “So che la riunione di Ramstein è stata dominata dal dibattito sui tank Leopard ma i risultati di Ramstein dal punto di vista quantitativo sono stati molto importanti, basta guardare le cifre”. E precisato: “La ministra degli Esteri tedesca ha già detto che la Germania non ostacola altri paesi che vogliono inviare tali tank, la Germania non blocca le esportazioni”.

Al costo di meno di un caffè al mese potrai leggere le nostre notizie senza gli spazi pubblicitari ed accedere a contenuti premium riservati agli abbonati – CLICCA QUI PER ABBONARTI

error: ll Contenuto è protetto