Tragedia nell’Arma, primo suicidio del 2023. Brigadiere si è tolto la vita

Un tragico evento che scuote le forze dell’ordine è quello di oggi in cui un brigadiere capo di 54 anni, in servizio a Sabaudia (Latina) si è tolto la vita con un colpo di pistola alla tempia. Questo triste episodio ha sconvolto l’intera comunità militare, alzando un muro di preoccupazione e tristezza tra i colleghi. Le persone comuni possono solo immaginare la sofferenza e lo sforzo degli appartenenti alle forze dell’ordine, impegnati nella difesa della collettività: innumerevoli volte posti di fronte ad eventi drammatici e difficili da affrontare.

LEGGI ANCHE Carabinieri di vigilanza ai seggi elettorali: Appuntato era in bagno durante le ispezioni del Comandante. Sanzionato con 7 giorni di consegna

Il dato che emerge dagli ultimi anni evidenzia come l’arma Forestale sia quella con la percentuale maggiore di suicidi rispetto all’intera Forza Armata. Nel 2022, infatti su 14 suicidi tra i carabinieri, 5 si sono verificati tra i carabinieri forestali. Un dato che dovrebbe far riflettere tutti noi e cercare una soluzione a fondo in grado di anticipare ed individuare precocemente le situazioni a rischio e intervenire prontamente. Un importante compito che dovrebbe essere affrontato con l’aiuto degli specialisti del settore in modo da garantire la integrità psico-fisica della nostra Arma Nazionale.

error: ll Contenuto è protetto