Torino, polizia arretra sotto gli sputi dei manifestanti. «Nel giorno della festa dei lavoratori si aggredisce chi lavora»

«Chiamarle manifestazioni oramai risulta essere una menzogna, andrebbero chiamati raduni di violenti. 9 colleghi sono rimasti feriti a Torino durante gli scontri con antagonisti dei centri sociali e attivisti No Tav. Solite scene di guerriglia urbana da parte dei professionisti del disordine pubblico».

Lo dichiara Fabio Conestà Segretario Generale del Movimento Sindacale Autonomo di Polizia Mosap.

«Solidarietà ai colleghi feriti e speriamo che i facinorosi siano individuati e puniti. È assurdo – conclude – nel giorno della festa dei lavoratori, accanirsi a legnate contro chi in quel momento sta lavorando anche per la loro sicurezza».

Commenti Facebook
error: Content is protected !!