TERRORE SULL’AEREO PALERMO-PARIGI POLIZIOTTO EVITA IL DRAMMA IN VOLO

(di Monica Panzica) PALERMO
– Le urla, il panico, il terrore sull’aereo.
 Quella donna si è alzata dal suo posto improvvisamente, si è
avvicinata al portellone col chiaro intento di forzarlo. Ad intuire che
qualcosa non andava, un poliziotto del servizio scorte di Palermo.

Piero Di Pace, che si trovava sul volo EasyJet Palermo-Parigi con la sua
famiglia per una vacanza, ha notato il suo atteggiamento sospetto e non ci ha
pensato un attimo ad intervenire:
 si è avvicinato alla donna e l’ha
bloccata. Insieme agli assistenti di volo ha evitato il peggio, tra la paura
dei passeggeri che nel frattempo hanno temuto di diventare i nuovi protagonisti
di una tragedia aerea.

A distanza di quindici giorni dalla partenza, Di Pace è tornato da
“eroe” a Palermo.
 Era il 15 giugno quando, dopo circa venti
minuti di viaggio, ha notato la donna di nazionalità francese, muoversi lungo
il corridoio del velivolo. Uno steward ha cominciato ad urlare, a chiedere
aiuto. Il poliziotto si è così allontanato dalla sua famiglia per correre in
soccorso del personale di bordo. Dopo averla bloccata e fatta sedere, il peggio
sembrava passato. Soltanto momentaneamente però.

La donna si è infatti rialzata e una volta raggiunto il portellone anteriore
è riuscita a girare la maniglia.
 Di Pace l’ha così bloccata per i
polsi, mentre il pilota ha contattato la torre di controllo e chiesto un
atterraggio di emergenza a Lione. Lì, la donna è stata presa in consegna dalle
forze dell’ordine locali.

“EasyJet conferma che il volo EZY4202 da Palermo a Parigi Orly dello
scorso 15 giugno è atterrato a Lione in via precauzionale a causa del
comportamento aggressivo di un passeggero a bordo. Subito dopo l’atterraggio,
il passeggero è stato assistito da un’equipe medica. La sicurezza di passeggeri
e dell’equipaggio è la massima priorità di EasyJet”. Si legge in una nota
della compagnia. “Anche se questi incidenti sono molto rari, – prosegue –
il personale di bordo di EasyJet è altamente addestrato per gestire questo
genere di situazioni”.