Sparatoria a Foggia, Nistri visita il carabiniere ferito. Il Commovente post dell’Arma

Giovanni Nistri, comandante generale dell’Arma dei Carabinieri, si è recato ieri pomeriggio all’ospedale di San Giovanni Rotondo per sincerarsi delle condizioni del Carabiniere Pasquale Casertano, ferito a un braccio e a un fianco stamattina a Cagnano Varano, dove è stato ucciso il collega, Maresciallo Vincenzo Carlo Di Gennaro, di 47 anni.

Intervistato dall’Adnkronors, Nistri  ha commentato: “Vincenzo è un’altra vittima tra i militari che ottemperano al loro giuramento e svolgono il loro dovere per la tutela della legalità a favore della sicurezza dei cittadini”. In un toccante post sui social network l’Arma ha scritto.

“Una vita umana vale il mondo intero – si legge sui social – E così il maresciallo maggiore Vincenzo Carlo Di Gennaro, 46 anni, morendo in servizio nella piazza di Cagnano Varano(FG), il paese dove lavorava presso la locale Stazione Carabinieri, è un mondo che scompare. Lo ha ucciso un uomo con precedenti penali, che ha estratto una pistola in occasione di un controllo e ha sparato ferendo anche un altro carabiniere, al quale vanno i nostri auguri di pronta guarigione”.

E ancora: “Il maresciallo era celibe e non lascia figli, diranno le prime note di agenzia. Ma tutti noi ne siamo orfani. I familiari, gli amici, i colleghi. Chiunque abbia a cuore la giustizia e conosca il valore della vita. Arrivederci nel cielo, Vincenzo Carlo. Il viaggio ti sia lieve”.