Spacciava per pagarsi la cocaina: arrestato vice brigadiere dei carabinieri

Spacciava per pagarsi la cocaina da consumare: protagonista della vicenda un vicebrigadiere dei carabinieri in servizio alla stazione di Castelnuovo Vomano (Teramo) finito agli arresti domiciliari insieme ai suoi due fornitori. Insieme ai tre arrestati sono indagate altre tre persone, tutte accusate di spaccio. L’operazione che ha portato agli arresti è stata condotta dai carabinieri del comando provinciale di Teramo, coordinati dal pm Davide Rosati.

Stando alle accuse, avrebbe spacciato cocaina per un ammontare medio tra i 300 e i 500 grammi al mese. I suoi clienti, sempre stando alle risultanze investigative, erano liberi professionisti, imprenditori locali ma anche operai e impiegati. L’attività si svolgeva non solo nel capoluogo ma anche a Basciano, Torricella Sicura, Penna Sant’Andrea.

Commenti Facebook

Leave a Reply

error: Content is protected !!