SIGNOR MINISTRO DELLA DIFESA INERTIZZI I SUOI AMMIRAGLI E I SUOI GENERALI

Riportiamo il comunicato stampa odierno del Co.Ce.R. Interforze:

Mentre in parlamento giacciono proposte di riforma della rappresentanza militare per riconoscere i minimi diritti democratici del personale, perviene ai delegati del Co.Ce.R. interforze una bozza di disegno di legge
governativo circa la specificità.

Nella prima parte si elencano tutte le assurde restrizioni a cui il personale militare e’ sottoposto arrivando addirittura a rimarcare – qualora ce ne fosse stato il bisogno – il dovere di esporsi sino all’estremo sacrificio.
Nella seconda parte, per controbilanciare tutti i divieti imposti al personale si chiede di perequare le retribuzioni dei dirigenti a quelle delle carriere prefettizie e diplomatiche.
E per tutti gli altri militari non dirigenti, la stragrande maggioranza, solo riconoscimenti come viaggiare gratis in divisa sui mezzi pubblici e la possibilità di scaricarsi l’iva fino a 1000 euro sull’acquisto di
divise e buffetterie.
Signor ministro non renda attuale il vecchio detto “se la truppa si lamenta aumentiamo la paga ai generali” e cominciamo a valutare di ridiscutere di
tutti i gravosi obblighi del personale militare, connessi alla cosiddetta specificità, previsti soltanto da una legge ordinaria.

COCER CARABINIERI CANDIDO,BOSI,MOLA.RIJILLO,TALLINI,SERPI,AVVEDUTO,RUMORE, 

LA FORTUNA,PINTO,BENEVENTO,PITZIANTI
COCER MARNA MILITARE GUARDIA COSTIERA CIAVARELLI,BELVISO,SACCONE
COCER GUARDIA DI FINANZA CUTRUPI
COCER ESERCITO FOTI