RIORDINO 2014: RUOLO UNICO TRUPPA E SERGENTI. NASCE IL COCER DEI DIRIGENTI

Tante
novità dal ruolo unico per truppa e sovrintendenti al “COCER dei dirigenti”,
questo il contenuto della bozza ora al vaglio della rappresentanza militare e
delle organizzazioni sindacali.

Nella
bozza si specifica che il riassetto delle forze armate e di polizia è
necessario al fine di incrementarne la funzionalità mediante l’ottimizzazione delle
risorse disponibili, la valorizzazione del personale e delle relative
professionalità ed anzianità di servizio, nonché dei percorsi formativi
nell’ambito della specificità di cui all’articolo 19 della legge 4 novembre
2010, n. 183. Per raggiungere tale obbiettivo il Governo è delegato ad
adottare, entro dodici mesi uno o più decreti legislativi per la revisione delle
carriere del personale delle Forze armate e delle Forze di polizia.
Ecco
quali sono i punti essenziali della bozza:
·      Rimodulazione degli
organici, soppressione ed istituzione di una o più qualifiche e gradi con l’eventuale
rideterminazione dei tempi di permanenza negli stessi, revisione delle
procedure di valutazione e dei concorsi interni;
·      Adeguamento delle
carriere e delle funzioni dirigenziali, nonché del trattamento economico del
personale dirigente e di quello destinatario del trattamento dirigenziale, anche
al fine di superare la temporaneità della disciplina relativa alle indennità di
posizione e perequativa e di valorizzazione dirigenziale;
·      Introduzione di mirati
criteri, anche nella fase transitoria, che assicurino la sostanziale equiordinazione
dei ruoli, tenendo conto delle peculiarità e dei diversi ordinamenti delle componenti
del Comparto sicurezza e difesa, senza riflessi sulla funzionalità, con la
previsione delle necessarie disposizioni che consentano a tutte le Forze armate
e di polizia di apportare correzioni di carattere tecnico ed applicativo, in
particolare, ai precedenti decreti delegati relativi al riordino delle
carriere, nonché al Corpo di Polizia penitenziaria di superare anche il mancato
precedente adeguamento ordinamentale degli attuali ruoli direttivi;
·      Unificazione in un unico ruolo dei due attuali ruoli degli
agenti e assistenti e sovrintendenti e ruoli corrispondenti
, nonché per le Forze
armate dei due attuali ruoli dei graduati e dei sergenti e ruoli corrispondenti;
·      Revisione del ruolo
degli ispettori e dei marescialli, anche attraverso la sostituzione della
denominazione di sostituto commissario e denominazioni corrispondenti in
qualifica, nonché della qualifica di
luogotenente in grado, l’eliminazione del concorso interno per la promozione da
ispettore capo a ispettore superiore e da maresciallo capo a primo maresciallo

e gradi corrispondenti;
·      Istituzione per il personale dirigente delle Forze di
polizia e delle Forze armate di un’autonoma area negoziale
, con la partecipazione
delle organizzazioni sindacali rappresentative del medesimo personale e attraverso rappresentanti con qualifica
dirigenziale e di rappresentanze del personale dirigente designate dalle Sezioni
COCER delle Forze armate
e delle
Forze di polizia ad ordinamento militare
relativa alle disposizioni
normative in materia di rapporto di lavoro e di trattamenti accessori, ferma
restando la disciplina vigente per quanto attiene ai meccanismi di determinazione
dei trattamenti fissi e continuativi anche in relazione al criterio di delega
di cui al comma 1, lettera d);

Clicca
qui per le leggere la bozza del decreto