“POLIZIOTTI ITALIANI TRATTATI PEGGIO DEI CANI IN RUSSIA”

“La
vita dei poliziotti italiani vale meno di quella dei cani poliziotto
russi”.
 Non lascia spazio a grandi
interpretazioni, il comunicato stampa col quale Franco Maccari, segretario
generale del sindacato di polizia Coisp, esamina l’attuale situazione della
polizia in Italia.

Secondo
questa posizione, insomma, a parte grandi slogan il Governo sta facendo molto
poco per tutelare in concreto le forze dell’ordine. Il tutto mentre altri paesi
– come appunto la Russia – all’indomani dei fatti di Parigi stanno
dotando ti giubbotti antiproiettile non solo i poliziotti, ma persino i cani
poliziotto.

“Un
miliardo per la sicurezza! – attacca Maccari – Quanto offensivo appare sbandierare
slogan privi di fondamento quando, allo stesso tempo, leggiamo come gli altri
Paesi si attrezzano, loro per davvero, specialmente per la lotta al terrorismo.
Uniformi e caschi speciali in Germania, protezioni di ultima generazione 
anche per i cani poliziotto in Russia, e in Italia giriamo con le
pezze, con divise assemblate qua e là fra prestiti dei colleghi e cose comprate
di tasca propria, senza giubbotti antiproiettile o con materiali scaduti. 
Siamo
il Paese che vanta la migliore intelligence, i migliori investigatori, ma le
nostre forze dell’ordine continuano ad essere la cenerentola d’Europa”.

“In
Germania – prosegue la nota di Maccari – sono state predisposte nuove uniformi
in grado di proteggere la polizia da attacchi di vario tipo, come ad esempio
proiettili di kalashnikov, in particolare con speciali elmetti che fanno parte
di una serie di investimenti per 65milioni di euro annunciati dal ministro
dell’Interno. In Russia i cani poliziotto saranno dotati di uno speciale
giubbotto antiproiettile, che li proteggerà da colpi d’arma da fuoco ed
esplosioni. Ma in Italia no. Da noi la vita degli operatori delle forze di
polizia vale meno  che per i russi quella dei loro cani. Renzi intanto si
fa bello parlando di un miliardo per la sicurezza quando in realtà si vorrebbe
destinare appena 50 milioni di euro. Si capisce, anche senza essere
esperti di sistemi macroeconomici, che 50 milioni divisi per i 500mila
operatori significa non comprare per loro neppure un pacco di kleenex. 
Altro
che giubbotti antiproiettile”.

Commenti Facebook

Lascia un commento

error: Content is protected !!