Più formazione per i poliziotti. Fiano (PD): No all'uso del Taser - INFODIFESA

Più formazione per i poliziotti. Fiano (PD): No all’uso del Taser

 
FERRARA, – Federico Aldrovandi, Riccardo Rasman, Michele Ferulli: sono i nomi di persone morte durante una colluttazione con poliziotti e sono i nomi citati al convegno a Ferrara del sindacato Siap su come intervenire in situazioni di contenzione e immobilizzazione.
Il problema visto dal sindacato, ha sottolineato segretario provinciale del Siap Alessandro Chiarelli, e’ che gli operatori delle volanti non hanno un addestramento fisico specifico: serve rivedere la formazione con investimenti mirati. E le vittime di questi interventi? Sono persone morte in seguito a tentativi falliti di contenzione, non dopo una tortura – sottolinea critico Chiarelli -, parola utilizzata a sproposito: i soggetti non sono mai stati nella disponibilità degli operatori, dato che questi non sono riusciti a immobilizzarli.
E allora? La soluzione deve essere più formazione agli agenti
mirata, regole d’ingaggio ridefinite, e l’utilizzo di strumentazioni tecnologiche offensive “non particolarmente dannose”, come la pistola taser o lo spray urticante. In una citta’ in cui la ferita e’ ancora aperta dopo 8 anni dalla morte di Federico Aldrovandi, il sindaco Tiziano Tagliani ribadisce che non c’e’ nessuna distanza, come qualcuno ha detto tempo fa, tra la citta’ e le forze di polizia. Cosi’ anche il questore Orazio D’Anna che ricorda l’inesistenza del solco che esisterebbe tra la popolazione e la nostra attivita’. Resta il problema di agenti non preparati: di poliziotti, spiega Chiarelli, privi di dotazioni tecnologiche tranne lo sfollagente, inadeguato poiche’ serve a picchiare nelle piazze. Gli fa eco, in assenza del sottosegretario alla Presidenza del consiglio Marco Minniti, il deputato Pd Emanuele Fiano. “Sono d’accordo sul fatto che servano piu’ risorse per la  formazione delle forze dell’ordine – ha dichiarato ai cronisti il presidente del forum sicurezza del Pd – e in parlamento ci siamo battuti. Per cio’ che riguarda il caso Aldrovandi, abbiamo sempre detto che la magistratura doveva fare il suo corso. Sono invece perplesso per cio’ che riguarda l’uso della pistola Taser: per chi soffre di patologie cardiache, per esempio, puo’ davvero essere pericolosa”.(ANSA).

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *