PARÀ SI LAUREA IN UN ANNO E MEZZO: “GRAZIE AL RIGORE MILITARE”

MEGLIADINO SAN FIDENZIO. Il rigore militare ha fatto evidentemente la differenza. E, probabilmente, è valso anche un record. È quanto riporta Nicola Cesaro per il Mattino di Padova.

Andrea Sturaro, ventiquattrenne di Megliadino San Fidenzio e residente a Montagnana, si è laureato venerdì mattina all’Università di Padova. Con una tesi sui “serious games” applicati all’addestramento militare, Sturaro si è laureato in Scienze e tecniche psicologiche con la votazione di 103/110.

Nulla di clamoroso, non fosse che per farlo il ventiquattrenne ha impiegato solamente un anno e dieci mesi. Senza altre lauree in tasca e sostenendo quasi tutti gli esami da non frequentante. «I responsabili di corso non riescono a dirmi con certezza se si tratti di un record assoluto per l’Ateneo, ma mi hanno fatto i complimenti perché è certamente un caso rarissimo» racconta con entusiasmo il neolaureato, che fine a due anni fa era un militare del Quarto Reggimento Alpini Paracadutisti di Montorio Veronese. «Dopo il diploma al liceo scientifico tecnologico ho firmato due anni nell’esercito e l’esperienza militare mi ha sicuramente formato» assicura Sturaro.

La costanza e i risultati gli sono valsi anche la borsa di studio “Mille e una lode”, incentivo economico per gli studenti più meritevoli dell’Ateneo patavino. Continua Sturaro: «Mi sono sentito quasi in dovere di accelerare i tempi. Arrivavo da due anni nell’esercito e in questo frangente i miei coetanei si erano laureati. Sentivo una sorta di ritardo che volevo colmare e in questo la formazione maturata nel mio Reggimento è stata preziosa. Ricordo ancora la frase che l’ex comandante, il colonnello Gianfranco Giuseppe Francescon, ci disse durante un’adunata: «In questo preciso momento, da qualche parte nel mondo qualcuno si sta allenando e tu no. Quando lo sfiderai, lui ti batterà. Quando starete perdendo tempo in cose inutili, ricordatevi di queste parole».

 

Leave a Reply