Ministro della Difesa: “Serve trasparenza sull’origine del virus”

“La Cina è un protagonista mondiale. E’ naturale e utile al nostro Paese che vi siano cooperazione e scambi commerciali. Ciò detto, progetto europeo e alleanza atlantica restano i nostri capisaldi, uniti a quella visione multilaterale che da sempre caratterizza l’Italia”. Lo ha detto a Repubblica il ministro della Difesa Lorenzo Guerini, che, riferendosi al rapporto dell’Alto rappresentante Ue Josep Borrell, afferma come questo documento “evidenzia alcuni casi di disinformazione legati anche alla pandemia.

Su questo argomento specifico penso che l’opinione pubblica del nostro Paese apprezzi la concretezza degli aiuti e la sappia scindere dalla narrazione a volte sottesa”. Quanto alla protezione delle infrastrutture strategiche del Paese da scalate ostili, Guerini afferma che “la difesa delle realtà industriali e infrastrutturali è fondamentale. Non a caso, il governo ha rafforzato la golden power, uno scudo importante per mettere al riparo le aziende da incursioni, da qualsiasi parte provenienti, finalizzate ad aggredire o acquisire nostri asset cruciali”.

Leggi anche Poliziotto ucciso: sorella Apicella, ‘se Stato avesse fatto suo dovere mio fratello sarebbe qui’

E sul tema della sicurezza dei dati e della sfida sul 5G, il ministro della Difesa dice che “pur assicurando il potenziale tecnologico, per me vale sempre un principio: la sicurezza viene prima della convenienza economica“. “Il Paese si gioca molto – conclude Guerini riferendosi alla minaccia di crisi di Governo da parte di Renzi – I cittadini ci chiedono responsabilità: tutti, nella maggioranza, sapranno garantirla”. Mentre per quanto riguarda un possibile ingresso di Berlusconi in maggioranza dopo le sue posizioni in Parlamento, Guerini afferma che “di aver apprezzato posizioni e toni di FI in Parlamento, anche sulla partita europea. Ma questo non cambia il perimetro della maggioranza”.

CORONAVIRUS, GUERINI: ‘SERVE TRASPARENZA SU ORIGINE VIRUS’

“Questa partita va affrontata partendo dalla collaborazione tra gli Stati, dalla necessaria trasparenza nella comunicazione e nella condivisione dei dati sul virus“. Lo sostiene Lorenzo Guerini su Repubblica, sottolineando come l’emergenza coronavirus si sviluppi su diverse dimensioni: “sanitaria, economica, geopolitica”. Riguardo le accuse di Washington a Pechino di aver nascosto al mondo notizie fondamentali per contrastare la pandemia, il ministro della Difesa afferma che “condivisone e circolazione di informazioni sul virus siano essenziali per consentire al mondo di reagire alla pandemia con un’azione adeguata. E alla comunità scientifica di lavorare alle cure. Non possono esserci zone d’ombra, opacità o mancanza di trasparenza”. “Dialoghiamo con tutti – sottolinea Guerini -, ma i pilastri della nostra sicurezza sono Nato e Unione europea. E questi rimangono. Nella fase dell’emergenza sanitaria, la comunità internazionale ha aiutato l’Italia. L’ha fatto l’Europa, gli Stati Uniti, e altre Paesi tra cui Cina e Russia. Questa circostanza, però, non modifica minimamente il nostro tradizionale quadro di riferimento internazionale. Siamo grati a tutti per gli aiuti, ma non c’entrano con i pilastri della nostra collocazione, che non cambiano”.

Commenti Facebook

Lascia un commento

error: Content is protected !!