Marocchino in delirio aggredisce carabiniere. Per calmarlo, usano il Corano

Il fatto è avvenuto ieri sera, alle ore 19 e 30, a Borgo Ottomila. Sono intervenuti i militari della stazione di Celano e il personale del 118 del Pronto Soccorso di Avezzano assieme all’Avis-118 di Trasacco.

In preda ad uno stato di alterazione psichica e di delirio, urlava e gridava. Nella sua lingua, diceva di vedere il papà morto e satana. Messo a sedere su una panchina della Piazza, prima ha aggredito un operatore sanitario e poi ha tentato di strappare la camicia a un carabiniere intervenuto. Sul posto, sono arrivati anche alcuni suoi connazionali che hanno cercato di calmarlo. Uno dei presenti, gli ha avvicinato ad un orecchio il proprio telefono cellulare, facendogli forzatamente ascoltare dei passi del Corano.

Subito dopo, sempre per opera dei suoi connazionali, il giovane si è spogliato ed è stato bagnato completamente con un getto di acqua fredda, attraverso l’uso di una pompa, trovata lì nei pressi.

Alla fine, si è calmato.

Al momento dell’arrivo dei Carabinieri, il ragazzo era da solo nella Piazza di Borgo ottomila. Da quello che si è appreso, il marocchino è arrivato da poco in Italia.

Leave a Reply

error: Content is protected !!