Maresciallo della Guardia di Finanza muore durante un’esercitazione

Un militare del Soccorso alpino della Guardia di finanza di Entrèves è morto durante un addestramento sul Monte Rosso di Vertosan. Era impegnato in un’esercitazione assieme ad altri cinque colleghi a 2.940 metri di quota quando è scivolato in una zona impervia per 150 metri terminando la caduta ai piedi di un salto di roccia. Gli altri militari che stavano conducendo con lui le operazioni di aggiornamento sono rimasti illesi.

L’incidente è avvenuto poco prima delle 13. Sul posto è arrivato in pochi minuti l’elicottero del Soccorso alpino valdostano ma il medico di servizio non ha potuto fare altro che constatare il decesso. La vittima è il maresciallo Marco Musichini, 42 anni, in servizio alla stazione di Entrèves (Courmayeur). Il suo corpo è stato trasportato all’obitorio di Aosta.

LA DINAMICA

L’incidente è avvenuto quando la pattuglia stava scendendo. Per motivi di sicurezza scendevano a distanza di 30-40 secondi l’uno dall’altro. L’ultimo a lasciare la vetta è stato il maresciallo Musichini. Due commilitoni, che avevano già raggiunto la base della montagna, lo hanno visto mentre stava già precipitando. Di qui l’impossibilità di comprendere cosa sia accaduto nei primi istanti della discesa di Musichini. E’ probabile che uno sci sia andato a cozzare contro uno spuntone di roccia facendo perdere l’equilibrio all’uomo.

CHI ERA

Musichini – che lascia la moglie Chiara e la figlia Melissa di 14 anni – era originario di Arcinazzo, nel Frusinate. Da 15 anni era in Valle d’Aosta dove aveva partecipato alla selezione per entrare nel Soccorso alpino della Finanza dopo essere stato in servizio nell’unità antiterrorismo dei “Baschi Verdi”.

Il generale Raffaele Ditroia, comandante delle Fiamme gialle in Valle d’Aosta, lo ricorda come «un bravissimo ragazzo, una persona perbene mite ed educata, un ottimo militare e un professionista di altissimo livello. Per noi è un grande lutto e una grande perdita». Cordoglio – alla famiglia e alla Finanza – è stato espresso anche dal governo valdostano.

Leave a Reply