Malore improvviso per il sottufficiale Antonino Zaffino, aveva 46 anni

Guardia Costiera in lutto. Il sottoufficiale della Guardia Costiera Antonio Zaffino, 46 anni, in servizio da diversi anni a Santa Margherita Ligure è stato ritrovato morto ieri venerdì 7 gennaio nella sua casa a La Spezia.

La tragedia ieri: trovato senza vita in casa

Ieri mattina 7 gennaio la moglie, anche lei sottufficiale in Marina, si è insospettita perché non ha sentito il marito uscire di casa, quando ha fatto la macabra scoperta: il marito era riverso, immobile nella vasca da bagno. La giovane donna ha praticato un massaggio cardiaco. Poi disperata ha telefonato al 118 e a una collega del marito e che abita poco distante. Ma per Zaffino non c’era più nulla da fare.

Sul posto, oltre al 118, sono intervenuti anche il medico legale Federico Caiti, che ha constatato il decesso del militare, il quale presentava sul corpo diverse ustioni a causa dell’acqua bollente. Una famiglia felice quella di Antonino e della sua giovane moglie, dalla cui unione sono nati due splendidi bambini.

La notizia della prematura scomparsa si è sparsa in un baleno alla capitaneria, dove il sottufficiale aveva lavorato con grande professionalità prima di trasferirsi pochi anni fa a Santa Margherita.

I colleghi, ancora scossi, lo ricordano come un militare «che amava il suo lavoro». Il pm Monica Burani, trattandosi di morte per cause naturali, concesso il nulla osta per i funerali e la salma è stata recuperata dalle onoranze Chelli. —

A Santa Margherita l’uomo era comandante turnista della motovedetta Sar classe 800 della Capitaneria di Porto.

error: ll Contenuto è protetto