LUOGOTENENTE GUARDIA COSTIERA RISPONDE A SALVINI: “NON GIUDICO IL MINISTRO, L’IMBARAZZO È DEI MILITARI DELLA DICIOTTI”

In merito alle dichiarazioni su Twitter del ministro degli Interni circa una mia presunta affermazione che lo avrebbe etichettato “imbarazzante”, dico che come persona e tanto meno come delegato Co.Ce.R. non mi sono mai permesso di giudicare nessuno figuriamoci un Ministro della Repubblica.

Il disagio o l’imbarazzo, come credo di aver chiaramente detto, e’ del personale della Guardia Costiera che vede una propria nave militare (cioe’ territorio italiano) non poter entrare per 4 giorni  in un porto nazionale senza comprenderne il motivo. Porti che sono comandati dagli stessi ufficiali della Guardia Costiera.

Viceversa a più riprese, ho affermato la personale convinzione che il Ministro è pienamente consapevole della grande professionalità dei “guardia coste”. So bene che siamo apprezzati, non solo come soccorritori, ma anche e sopratutto come Ufficiali e agenti di polizia giudiziaria.

Una conoscenza derivata da rapporti anche informali con tanti di noi che lo hanno portato anche indossare la maglia della Guardia Costiera in pubblico e far visita al comando generale la scorsa legislatura su informale iniziativa mia e di alcuni delegati Rappresentanza Militare.

Spero che la situazione sia chiarita e che sia l’occasione affinché il Ministro Salvini incontri al più presto le rappresentanze militari per un confronto e un approfondimento sulle nostre funzioni e dipendenze.

Antonello Ciavarelli delegato del Co.Ce.R