Liste di leva, perché l’obbligo di iscrizione se il servizio militare è sospeso?

Negli ultimi tempi, prima Matteo Salvini e poi Ignazio La Russa hanno proposto l’introduzione di una “mini-naja” volontaria per la difesa della Patria. La questione è stata discussa a livello nazionale e sebbene alcuni essenzialmente sostengano che si tratti di un modo per incoraggiare i giovani italiani a servire le Forze Armate ed il Paese, molti ritengono che sia un passo indietro rispetto all’abolizione del servizio militare obbligatorio avvenuta ormai nel 2005.

Cosa prevede la legge

Il servizio di leva obbligatorio in Italia è attualmente sospeso dalla legge 23 agosto 2004, n. 226 (la cd. Legge Martino). Trattandosi di una sospensione e non di una soppressione, il servizio di leva rimane obbligatorio.

A stabilirlo nonostante la sospensione dell’obbligo di leva una serie di leggi presenti nel Codice dell’ordinamento militare, in particolare l’articolo 1928 «Obblighi di leva, sospensione delle chiamate, e casi di ripristino» che recita: «In attuazione dell’ articolo 52 della Costituzione (La difesa della Patria è sacro dovere del cittadino. Il servizio militare è obbligatorio nei limiti e modi stabiliti dalla legge), il servizio militare è obbligatorio nei casi e con le modalità stabilite dal presente codice».

In quale caso può essere ripristinato la leva militare obbligatoria

L’articolo 1929 del Codice dell’ordinamento militare di cui al d.lgs. 15 marzo 2010, n. 66, difatti,  prevede che questo possa essere ripristinato solo se “il personale volontario in servizio è insufficiente e non è possibile colmare le vacanze di organico, in funzione delle predisposizioni di mobilitazione, mediante il richiamo in servizio di personale militare volontario cessato dal servizio da non più di cinque anni.“.

Il Comune, ogni anno,  procede alla formazione delle liste di leva, finalizzate ad un eventuale ripristino della leva obbligatoria, le quali contengono i nominativi di tutti i cittadini maschi da 17 a 45 anni. Nel nostro Paese il servizio di leva militare rimane obbligatorio, ma le chiamate sono state sospese dal 1° gennaio 2005 ad opera della legge 23 agosto 2004, n. 226, successivamente confluita nel COM – Codice dell’Ordinamento Militare. Il suddetto codice, all’articolo 1929, prevede che:
Il servizio di leva è ripristinato con decreto del Presidente della Repubblica, previa deliberazione del Consiglio dei Ministri, se il personale volontario in servizio è insufficiente e non è possibile colmare le vacanze di organico, in funzione delle predisposizioni di mobilitazione, mediante il richiamo in servizio di personale militare volontario cessato dal servizio da non più di cinque anni, nei seguenti casi:se è deliberato lo stato di guerra ai sensi dell’articolo 78 della Costituzione;se una grave crisi internazionale nella quale l’Italia è coinvolta direttamente o in ragione della sua appartenenza ad una organizzazione internazionale giustifica un aumento della consistenza numerica delle Forze armate.
Inoltre “al fine di colmare le vacanze di organico, non possono essere richiamati in servizio gli appartenenti alle Forze di polizia ad ordinamento civile ed al Corpo nazionale dei vigili del fuoco.

Tuttavia, per quanto riguarda le liste di leva, va ricordato che queste vengono formate annualmente per i giovani nati nell’anno in corso ed è compito dei Comuni predisporle entro l’aprile successivo. Si tratta dunque semplicemente del rispetto delle norme e degli adempimenti burocratici dovuti da parte della pubblica amministrazione.

La formazione delle liste è attivata automaticamente e chiunque può verificare la propria iscrizione o cancellazione rivolgendosi all’Ufficio Leva presente in ognuno dei Comuni italiani. Inoltre, sebbene al momento non c’è traccia che indichi un ritorno al servizio militare obbligatorio, come sempre vale la pena stare attentamente informati su questa tematica.

Al costo di meno di un caffè al mese potrai leggere le nostre notizie senza gli spazi pubblicitari ed accedere a contenuti premium riservati agli abbonati – CLICCA QUI PER ABBONARTI

error: ll Contenuto è protetto