LE IDI DI … “GIUGNO”. Militari, superamento del tetto delle ore di straordinario. “Una vergognosa insidia”.

“Aleggiava nell’aria, eravamo ben consapevoli che prima o poi ci saremmo trovati davanti a un bivio, ma, senza alcun indugio, ha prevalso il senso del dovere nei confronti di chi ha scelto noi perché li rappresentassimo, contro questa ennesima delibera che dietro tante apparenti belle parole nasconde l’ennesima vergognosa insidia”.
 
 Lo affermano i delegati del Co.Ce.R. Girolamo FOTI, Raffaele MORETTI, Davide DELCURATOLO in merito alla  delibera n.40 approvata a maggioranza nel comparto difesa il cui scopo è in realtà la richiesta del  superamento del tetto delle ore di straordinario rispetto ai limiti previsti dai decreti interministeriali.

 
“La legittima motivazione che ci ha indotto a metterci di sbieco, dapprincipio con i propri interventi in  consiglio e, successivamente con il conseguente voto contrario, è dettata dalla consapevolezza che, il problema nevralgico della categoria graduati non è in alcun modo il superamento del tetto prestabilito delle ore di straordinario annuali, tetto che non ci risulta sia superato con molta frequenza dai graduati nella nostra forza armata e che rarissimamente viene superato forse da sergenti e marescialli, piuttosto una norma che destini in modo trasversale le ore di straordinario con un quota minima mensile.
 
 E’ inoltre fondamentale capire che, per un graduato, ogni ora resa fuori dall’ordinario orario di lavoro, è un’ora sottratta dalla propria vita, al proprio coniuge, al proprio figlio. In sintesi, parliamo di valori vitali a prescindere dai gradi, e sono tali le ragioni per cui siamo fermamente convinti che il costo delle misure orarie del compenso per il lavoro straordinario dovrebbe essere in ugual misura per tutti  e non su una parametrizzazione gerarchica, ci chiediamo pertanto a chi mai tale norma potrà essere di beneficio?
 
In conclusione ci lascia ancora più perplessi che alcuni delegati presenti alla delibera anche della nostra categoria, oggi sindacalisti, abbiano votato favorevolmente, siamo certi che ognuno avrà sicuramente avuto le proprie buone motivazioni, ma quali che fossero, le ignoriamo totalmente in quanto non emerse durante il dibattito. – concludono- “ci appare quantomeno irrispettoso, che su alcuni articoli pubblicati, si invochi l’associazionismo sindacale e quegli ideali che cerchiamo di difendere, associandovi questa proposta iniqua. Questo a nostro avviso è quantomeno inopportuno, alle belle parole sulla valorizzazione professionale ed economica dei Graduati giungano i fatti.”
Ai sensi dell’art.21 della Costituzione
 
I DELEGATI COCER INTERFORZE 
Girolamo FOTI, Raffaele MORETTI, Davide DELCURATOLO

Leave a Reply

error: Content is protected !!