L’APPELLO DEL COCER, AIUTATECI STA FINENDO L’OSSIGENO

 
ROMA, 31 OTT – “Perché si attaccano ancora le famiglie dei militari? Il nostro ministero è l’unico che è stato soggetto a riforma. Abbiamo un problema alloggiativo. Cos’altro dobbiamo togliere ai militari?”. E ancora: “Voi avete un unico nemico: la demotivazione. Queste non possono più essere audizioni a chiacchiere perché l’ossigeno sta finendo…”.

I rappresentanti del Cocer interforze, ascoltati in audizione dalle commissioni Difesa di Camera e Senato, lanciano un vero e proprio grido d’allarme sulla situazione in cui versano i
militari, in vista dell’esame di due decreti del governo: quello che riguarda la revisione dell’assetto organizzativo delle Forze armate e quello sul personale militare e civile del Ministero della difesa.”Abbiamo caserme senza riscaldamento”, dichiarano alcuni degli auditi tra cui il maresciallo dell’Aeronautica Cosimo Sinesi e Paolo Gerometta, in rappresentanza dell’esercito. “E ci sono colleghi stivati in alloggi minimi. Le commissioni hanno ancora 3 settimane di tempo per esaminare i provvedimenti – è l’appello dei militari – vi prego, fatevi un giro presso le sezioni Cocer per capire quale sia la situazione”.
“Il soldato ha bisogno di una doppia tranquillità – insiste Sinesi – e oggi noi questa tranquillità non l’abbiamo perché ci
mancano le occasioni per averla”. “Vogliamo la tutela sul posto di lavoro e per il futuro” è la richiesta comune di tutti gli esponenti del Cocer Interforze.(ANSA).