Iraq. Attentato contro militari italiani, 5 feriti

Una pattuglia della Task Force 44, composta da personale del 9° Reggimento. “Col Moschin” e del Gruppo Operativo Incursori della Marina militare, è stata coinvolta nell’esplosione di un ordigno improvvisato nei pressi di  Kirkuk, nel nord del Paese.

Prime notizie riferiscono di 5 militari feriti tra cui 3 in condizioni gravi ma nessuno fortunatamente sarebbe in pericolo di vita. I militari italiani sono dispiegati in Iraq con un contingente che è impegnato nell’Operazione “Prima Parthica –  Inherent Resolve”. Si tratta di una missione  avviata il 14 Ottobre 2014 a seguito dell’espansione dell’autoproclamatosi Stato islamico nel Paese mediorientale.

L’operazione avviene nell’ambito di una coalizione a guida statunitense finalizzata a fornire alle Forze di Sicurezza Irachene (ISF) il necessario supporto operativo per sconfiggere l’organizzazione terroristica, rendere sicuri i confini, ristabilire la sovranità dello Stato, formare Forze Armate e di Polizia in grado di garantire la sicurezza della Nazione.