INAUGURATO IL LUOGO DELLA MEMORIA IN ONORE DEI CADUTI ITALIANI NELLE MISSIONI INTERNAZIONALI

La cerimonia si è svolta un mese esatto prima della giornata annuale del ricordo dei Caduti militari e civili, nel tredicesimo anniversario dell’attentato di Nassiriyah, in Iraq, quel 12 novembre 2003 che è stato scelto per ricordare tutti i Caduti italiani nelle missioni di pace.

All’Eremo di San Vitaliano è nato un luogo della memoria “per tutti coloro che hanno nell’estremo sacrificio dato la vita per la Patria” ha detto il Ministro della Difesa, Roberta Pinotti, intervenendo alla cerimonia di inaugurazione del memoriale.

“Per fare memoria non dobbiamo dimenticare le storie, l’identità di coloro che ci hanno consentito di vivere in un paese che continua a essere libero e sicuro perché le nostre Forze armate, le nostre Forze dell’ordine lo rendono tale, grazie al fatto che tanti dedicano la loro vita a questo” ha aggiunto.

Rivolgendosi ai numerosi familiari dei Caduti, provenienti da ogni parte d’Italia, il Ministro ha aggiunto:“Non si può lenire un dolore, c’è, esiste sempre, però è di fondamentale importanza sapere che c’è un Paese che non dimentica e che ne fa memoria, testimonianza che possa diventare esempio”.

L’idea di realizzare un luogo della memoria in onore dei caduti italiani nelle missioni internazionalinasce dalla lettera inviata dieci anni fa dalla sorella del Ten. Col. Gianfranco Paglia, Medaglia d’Oro al Valor Militare, affinché il loro sacrificio non cadesse nell’oblio.

“Una lettera scritta pensando al dolore di tutti i parenti di coloro che hanno dato la vita per la Patria” ha spiegato la titolare del Dicastero che nel suo discorso ha lodato il lavoro svolto dalla comunità per realizzare il memoriale: “In questo luogo c’è stato un percorso di dieci anni di amore. È stato realizzato un lavoro eccezionale per ricordare chi oggi non c’è più perché è morto per la nostra sicurezza”.

A Casola di Caserta è stato realizzato infatti un memoriale con le storie di tutti i caduti, le missioni a cui hanno partecipato. Attraverso un totem multimediale si scopriranno aneddoti, foto, diari che riconducono a quei momenti. Un messaggio che si vuole con forza tramandare alle nuove generazioni affinché sappiano e conoscano bene la storia contemporanea.

Alla cerimonia, promossa dal Ten. Col. Gianfranco Paglia, Medaglia d’Oro al Valor Militare, in collaborazione con il Comune di Caserta, hanno partecipato il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, Generale Danilo Errico, e il Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, Tullio Del Sette, il Prefetto di Caserta, Arturo De Felice, il Sindaco della città, Carlo Marino, ma soprattutto numerosi familiari deiCaduti provenienti da ogni parte d’Italia e tantissimi studenti delle scuole elementari, medie e superiori. Proprio gli studenti sono stati tra i protagonisti di questa giornata. Gli alunni della scuola elementare Lorenzini hanno accolto il Ministro con una rappresentazione dedicata ai caduti, mentre i ragazzi delle medie hanno cantato l’Inno d’Italia.

I riflettori sull’Eremo di San Vitaliano da oggi saranno perennemente accesi per consentire a tutte le scolaresche di comprendere quello spirito di sacrificio che caratterizza i militari italiani che in prima linea operano quotidianamente al servizio della pace.

m.r.e.f. difesa.it

Leave a Reply