Il nuovo veicolo terrestre autonomo senza pilota Mission Master XTXT

Rheinmetall ha annunciato Mission Master XT, l’ultimo membro della sua famiglia di successo Mission Master di veicoli autonomi senza equipaggio (A-UGV). A differenza della piattaforma Mission Master SP, che è già stata introdotta sul mercato, Mission Master XT ha un motore diesel. Rispondendo a una nuova serie di esigenze, il Rheinmetall Mission Master XT è altamente mobile anche nei terreni più difficili e in grado di trasportare carichi utili impressionanti. Il Mission Master XT è stato sviluppato da Rheinmetall Canada.

Grazie alla sua modularità, il Rheinmetall Mission Master XT può affrontare più missioni in qualsiasi situazione. L’ambito delle attività che l’A-UGV può svolgere include trasporto logistico, sorveglianza, supporto antincendio, salvataggio, evacuazione medica, rilevamento CBRN, relè di comunicazione e una moltitudine di altri requisiti specifici del cliente. Rheinmetall si impegna a garantire la massima sicurezza operativa in ogni momento, mantenendo un operatore aggiornato in tutte le operazioni cinetiche. Un’altra caratteristica notevole del Rheinmetall Mission Master XT è il suo sistema di gonfiaggio continuo dei pneumatici, che regola la pressione dei pneumatici secondo necessità in base al terreno.

Il Rheinmetall Mission Master XT è affidabilissimo su terreni estremi. Affronta facilmente ghiaccio, neve e condizioni meteorologiche sotto zero, nonché topografia sabbiosa, rocciosa e montuosa. Le sue avanzate capacità anfibie gli consentono di galleggiare e nuotare mantenendo la sua piena capacità di carico. Con un peso di 2217 kg, questo potente A-UGV può trasportare un carico utile di 1000 kg in tutti gli scenari, consentendo alle truppe di trasportare attrezzature speciali in luoghi difficili da raggiungere. Il motore diesel gli consente di percorrere 750 km senza fare rifornimento.

Proprio come gli altri membri della famiglia Mission Master di Rheinmetall, il nuovo Mission Master XT presenta un esclusivo sistema di gestione delle battaglie standard NATO (BMS) integrato in ogni piattaforma. Ciò consente a ciascun sistema di elaborare grandi quantità di dati tattici. Il Mission Master XT diventa così un membro integrante della squadra di combattimento tattico in grado di condividere e scambiare informazioni dai suoi sensori del veicolo e del modulo per migliorare il quadro operativo comune della squadra. Il BMS utilizza anche le informazioni nella rete provenienti da altri contributori per migliorare la propria consapevolezza della situazione per quanto riguarda il terreno e l’ubicazione delle forze amiche e nemiche.

Commenti Facebook

Lascia un commento

error: Content is protected !!