Il nuovo Comandante dei Vigili di Roma è Oreste Liporace, tenente colonnello dei Carabinieri

Roma, 3 ottobre. – “Il prossimo sarà un esterno” aveva annunciato il sindaco Marino all’indomani del burrascoso addio del comandante Carlo Buttarelli. Tre mesi più tardi, la promessa  –  intesa come una minaccia dall’intero corpo della polizia municipale  –  è stata mantenuta. Sarà Oreste Liporace, tenente colonnello dei carabinieri, il nuovo capo dei vigili urbani di Roma.Il debutto del nuovo comandante è previsto per stamattina, quando il sindaco e il suo vicecapo di gabinetto con delega alla sicurezza, Rossella Matarazzo, si incaricheranno di ufficializzare la nomina. Liporace, proveniente dal comando generale dell’Arma, è considerato un ufficiale esperto, calabrese di origine, nel 2002 è stato insignito del titolo di Cavaliere della Repubblica. Avrebbe prevalso, nel duello finale, su Raffaele Clemente, capo della Divisione anticrimine della questura.

Per avere lui Marino non solo ha ignorato le difficoltà di bilancio (il suo ingaggio costerà all’amministrazione circa 190mila euro l’anno, che si sarebbero in gran parte risparmiati preferendo un interno) ma anche deciso di sfidare le ire del Corpo della polizia locale, da settimane sul piede di guerra, che si sente delegittimato dalle scelte del primo cittadino.

Un casting durato tre lunghi mesi, durante i quali sono stati esaminati un centinaio di curricula, bruciati decine di nomi e sostenuti altrettanti colloqui. In lizza c’erano, oltre ai due vicecomandanti Di Maggio e Porta, una serie di ufficiali delle forze dell’ordine e dei vigili urbani in servizio in varie città d’Italia: da Forlì a Napoli, da Firenze ad Albenga. Alla fine erano rimasti in due: un poliziotto e un carabiniere. Ma forse, avendo già una vicequestore a guidare il settore sicurezza, si è preferito puntare sull’altra Arma.  di GIOVANNA VITALE

Leave a Reply

error: Content is protected !!