Il carabiniere e il vigile del fuoco feriti nell’esplosione a Quargnento stanno meglio

Arrivano le prime notizie dall’ospedale Cardinal Massaia di Asti delle condizioni dei due sopravvissuti all’esplosione a Quargnento in provincia di Alessandria.

Il carabiniere Roberto Borlengo e il vigile del fuoco Graziano Luca Trombetta stanno recuperando dopo le cure nei reparti di Chirurgia Maxillo Facciale guidato dal dottor Mauro Daneo e Neurologia guidato dal dottor Marco Aguggia.

Il carabiniere Borlengo sta aspettando di essere operato per un trauma al volto, all’orbita oculare, mentre il vigile del fuoco Trombetta, che non ha subito un danno al midollo spinale, sta recuperando la mobilità dell’arto inferiore.

Per entrambi la prognosi supera i 40 giorni e oltre alle ferite fisiche dovranno iniziare a curare quelle psichiche per non sentire il peso della “colpa del sopravvissuto” del disturbo post traumatico da stress (PTSD).

Redazione a cura Quotidiano Piemontese