Gen. Nistri su sindacati militari: “Articolazione orario di lavoro e turni sono criteri non negoziabile”

Non risulterebbero negoziabili i criteri per l’articolazione dell’orario di lavoro giornaliero e settimanale e dei turni perché riferiti all’organizzazione del servizio, quindi alle operazioni, nonché i criteri di massima per la formazione e l’aggiornamento professionale, quest’ultimo limitatamente alla parte militare ricadente nell’addestramento. La parte di polizia è già prevista all’intervento delle rappresentanze militari e quindi non cambierebbe nulla”.

Lo dice il comandante generale dell’Arma dei carabinieri, generale Giovanni Nistri, in audizione in Commissione Difesa al Senato in relazione al disegno di legge n. 1893 sulla libertà sindacale del personale militare. ”Né sarebbero applicabili forme di contrattazione decentrata che consentendo l’accesso a orientamenti e a sensibilità locali determinerebbero, agendo sulla quotidianità, il pregiudizio non solo della certezza di quella tutela assicurata finora in modo uniforme a livello nazionale, ma soprattutto negli standard del servizio reso ai cittadini”, ha aggiunto.

Leave a Reply

error: Content is protected !!