FIAT STILO CONTRO AUDI GIALLA, I DELINQUENTI SBEFFEGGIANO LA POLIZIA. QUELLO CHE ALFANO NON DICE

È una
sfida tra una banda di pericolosi delinquenti e le forze dell’ordine
. Ugl la vede così, in merito alle scorribande dell’Audi
gialla che negli ultimi giorni ha seminato il panico in due regioni, segnalata
a folle velocità un po’ ovunque tra Veneto e Friuli (DETTAGLI). Un bolide in grado di raggiungere i 270
chilometri all’ora.

Ma è una sfida impari: ” I banditi non hanno nulla da
perdere – attacca il sindacato in una nota – mentre gli uomini delle forze
dell’ordine, impotenti a causa di mezzi inadeguati e vecchi, sono anche orfani
di tutela legale, protocolli operativi e regole d’ingaggio chiare e non
interpretabili”.
“I
cittadini devono sapere”, avvisa Ugl. A fine novembre il ministro Alfano,
accompagnato da questore e prefetto di Venezia, ha inaugurato il nuovo
commissariato di Jesolo: “Ma ovviamente, come la politica insegna,
l’importante è apparire
. Mentre la sicurezza dei cittadini si garantisce
con mezzi e uomini, e con mezzi idonei.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Giovedi sera la seconda macchina del
commissariato di Jesolo, una Fiat Stilo senza gomme termiche e senza
blindatura, verso le 20.30 circa ha incrociato la ormai celebre Audi gialla:
dal casello di Noventa ha inseguito l’Audi fino ad arrivare in provincia di
Vicenza. Una Fiat Stilo 1.9 Jtd contro un bolide che arriva a 270
all’ora”.

“Dove
vogliamo andare in questa situazione?
 –
continua il sindacato – Al momento se anche li prendessero, i tipi
risponderebbero appena di ricettazione della macchina e qualche eccesso di
velocità, null’altro. Vai infatti a dimostrare che quando la vettura, quattro
notti fa, ha fatto il contromano per 5 chilometri sul Passante di Mestre alla
guida c’era qualcuno di loro. Questa storia è servita per dimostrare quanto sia
debole il sistema di contenimento della criminalità: se una Audi Rs4 gialla
scorrazza da giorni e notti sulle strade venete, padrona indisturbata della
scena, qualcosa nel meccanismo non funziona”.

Da
Ugl arriva anche la proposta di dare la possibilità al contribuente di
destinare il 5 per mille alle forze di polizia
: “La Finanziaria di quest’anno ancora una volta
permette di versare la quota solo ad associazioni di volontariato e non
lucrative di utilità sociale, associazioni e fondazioni di promozione sociale,
enti di ricerca scientifica, universitaria e sanitaria, comuni e associazioni
sportive dilettantistiche. Sicuramente tutte meritevoli di massima attenzione e
bisognose di contributi, così come riteniamo che lo sia anche il sistema
sicurezza, mai come oggi in affanno e pesantemente mortificato dalla pesante
crisi economica e da una ‘strategia’ politica troppo generalista. Chiediamo al
Governo e a tutta la politica di compiere un atto forse disperato ma sicuramente
di utilità sociale: inserire con un disegno di legge governativo le forze di
polizia tra i destinatari del 5 o dell’8 per mille. Non sarà la panacea, ma
sicuramente potrebbe rilevarsi un valido strumento di supporto”.

[FONTE]

Commenti Facebook

Lascia un commento

error: Content is protected !!