FESI Forze Armate, ecco le nuove proposte per i servizi svolti nel 2019

Un nuovo FESI per le Forze Armate dopo anni di cristallizzazione: innumerevoli novità di un fondo che ha l’ambizione di coniugare efficienza e solidarietà fornendo ristoro alle criticità presenti in ambito Forze Armate. Ieri il Co.Ce.R. Difesa ha approvato la delibera nella quale viene proposto il sistema di calcolo con il quale viene assegnato il somme erogato con il FESI per i servizi svolti nel 2019 .

La prima novità è una nuova maggiorazione per tutto il personale di ogni ordine e grado che è prestato servizio nelle città metropolitane italiane. Le maggiorazioni sono regolate per alcuni gradi direttivi e per le qualifiche speciali di ogni ruolo. Vengono introdotte delle maggiorazioni per alcuni incarichi. Viene ribadita la richiesta che non è possibile che la sanzione del corpo della consegna di rigore produca anche un danno economico a carico del personale. Viene riaffermato il concetto che le assenze per malattia di servizio sono utili per il FESI. Viene inserito una tantum di 800 euro per i Sergenti Maggiori Capi con anzianità di 4 anni al 30.09.17, gli stessi che non hanno preso nessun bonus con il riordino del 2017.

Viene confermata la maggiorazione per i laureati +17, relativa all’assegno funzionale. Vengono introdotte forme di incompatibilità tra diverse maggiorazioni e tanto altro.

Vediamo nello specifico i contenuti della delibera:

Per quanto riguarda le tabelle di maggioranza delle presenze di cui alle tabelle previste (vertice ed altri enti), integrazione di quanto già stabilito nel FESI 2018.
Maggiorazione del 20% ai gradi/qualifiche di Capitano e gradi corrispondenti. I° Luogotenente e Luogotenente. Tenente e gradi corrispondenti che hanno completato il ciclo di formazione. Ufficiale/1° Maresciallo +25 anni di servizio, ed alle qualifiche di Sergente Maggiore Capo Q.S. e Caporal Maggiore Capo Scelto Q.S.: Ulteriore Maggiorazione del 5% ai 1° Luogotenenti e Luogotenenti quale riconoscimento del nuovo ruolo direttivo; – Pagamento della somma di E 800.00 ai Sergenti Maggiori Capi + 4 anni al 30/09/2017; – Pagamento della somma di E 310.00 ai Graduati con + 17 anni di servizio.

2. Maggiorazione non superiore al 30% tra le tabelle degli Enti periferici e gli Organi Centrali.

3. Maggiorazione del 5% per il personale effettivo ad Enti insistenti nelle città metropolitane di cui alla legge 7 aprile 2014 n.56 (ad esclusione degli Enti di cui al punto 2). Ecco l’elenco delle città metropolitane:

  • Bari;
  • Bologna;
  • Cagliari;
  • Catania;
  • Firenze;
  • Genova;
  • Messina;
  • Milano;
  • Napoli;
  • Palermo;
  • Reggio Calabria;
  • Roma;
  • Torino;
  • Venezia.

4. Di richiedere quali criteri generali di distribuzione del FESI 2019 quelli adottati per l’anno 2018. significando che le sole maggiorazioni di cui al primo alinea del punto 1. non sono cumulabili con quelle eventualmente previste per gli specifici incarichi, e dovrà essere corrisposta quella più favorevole.

Commenti Facebook

Lascia un commento

error: Content is protected !!