FESI FORZE ARMATE: CRITERI ED ESCLUSIONI. “NEL 2017 LA MAGGIORANZA DEI MILITARI PRENDERA’ MENO DEL 2016”

“Lo Stato Maggiore Difesa – sottolinea ad Infodifesa il delegato Co.Ce.R. Interforze Domenico Bilello –  in un incontro specifico ha proceduto ad informare il COCER in punta di diritto della cifra relativa ad ogni grado per ogni singolo giorno di presenza in servizio per cui spetta la maggiorazione (ricordo che vanno detratti i sabato, le domeniche ed i festivi). Il calcolo massimo (senza i servizi svolti nei sabati o nelle festività) è di 252 gg. ne consegue che ad esempio un Serg. Magg. Ca. (quota base) è di 1,67 euro al giorno, ovvero di 505,00 lordi annui con la maggiorazione del 20% per aver superato la soglia dei 200gg. (cifra normale in cui non si hanno decurtazioni o maggiorazioni) di presenza in sintesi sempre in servizio.

Lo stesso nel 2016 percepiva come tutti la cifra di 491,70. Un 1° Mar. luogotenente nelle stesse condizioni ha percepito nel 2016 540,74 euro, nel 2017 sempre presente 553,39. In sintesi, se sei stato sempre presente, ma proprio sempre, percepisci quasi la stessa cifra nell’anno 2016 con addirittura il bonus maggiorazione del 20% avendo superato le 200gg. (cifra media, normale).

Di contro, esattamente gli stessi, con 200gg. di presenza, avranno in busta paga nel caso del Serg. Magg. Ca. 334,00 euro contro 491,70 del 2016 con un taglio del 157,7 euro – 32%. Si esattamente meno 32% ed un luogotenente la cifra di 366,00 euro contro 540,74 con un taglio di 174 euro – 32%. Si esattamente del 32%. Ovviamente le cifre sono lorde. Ne consegue che matematicamente in tantissimi percepiranno molto di meno rispetto al 2016. Questi sono i calcoli. Perchè con i contratti bloccati, con i mal di pancia sul riordino, questa decisione? Ricordo – conclude Bilello – che le cifre erano già modeste ma ora non sono definibili, soprattutto per i gradi iniziali di tutti i ruoli. Poi, permane la cifra di circa 50,00 di maggiorazione per i graduati + 17.

 

 

In anteprima i criteri di attribuzioni ed i casi di esclusione

 

AI FINI DEL COMPUTO DEI GIORNI DI PRESENZA IN SERVIZIO SI CONSIDERANO UTILI:

  1. I giorni di effettiva presenza prestati nel corso dell’anno solare;
  2. I giorni di assenza per recupero compensativo;
  3. Licenza ordinaria computabile fruita durante l’anno 2017;
  4. Assenza per le festività soppresse di cui alla legge 23 dicembre 1977, n. 937; 5.

Le assenze dovute per il periodo obbligatorio di congedo di maternità ai sensi dell’art. 1, comma 183, della legge 28 dicembre 2015, n. 208.

OGNI ULTERIORE FATTISPECIE SI CONFIGURA COME GIORNO DI ASSENZA

CASI DI ESCLUSIONE

Personale che, nell’anno di riferimento, sia:

  • in missione all’estero ai sensi degli artt. 1807, 1808, 1809 del (OM (ex 1.. 642/61, 838/73) e della l— 1114/62;
  • sottoposto a una misura coercitiva o è destinatario di un provvedimento di arresto;
  • destinatario di un provvedimento di perdita del grado per rimozione ovvero di sospensione disciplinare dall’impiego o dal servizio, anche se gravato da contenzioso pendente;
  • sottoposto ad un procedimento disciplinare di stato;
  • sospeso precauzionalmente a titolo obbligatorio ovvero discrezionale dall’impiego o dal servizio.

NO FESI AL PERSONALE IN SERVIZIO PER UN PERIODO COMPLESSIVO INFERIORE A 30GIORNI

CRITERI DI ATTRIBUZIONE

PRESENZA IN SERVIZIO PARI O SUPERIORE A 200 GIORNI Maggiorazione del 20%

STRUTTURE DI VERTICE CON SEDE IN ROMA Maggiorazione del 50% per le sole giornate di servizio prestato presso tali strutture A fattor comune per le articolazioni destinatarie dell’indennità di Supercampagna non è previsto incremento

GRADUATI SP +17 , maggiorazioni solo in caso di mancato avvio della concertazione. Misura da definire in ragione delle risorse

Leave a Reply

error: Content is protected !!