È morto Roberto Maroni, ex Ministro dell’Interno

È morto Roberto Maroni. L’ex presidente della Lombardia ed ex ministro dell’Interno e del Welfare aveva 67 anni. Malato da tempo, l’ex segretario della Lega è spirato martedì 22 novembre.

Chi era Roberto Maroni

Classe ’55, originario di Varese e laureato in giurisprudenza all’Università degli Studi di Milano, Maroni iniziò la sua carriera politica come consigliere comunale della sua città. La carriera politica iniziò dopo l’incontro con Umberto Bossi e lo portò ad essere segretario della Lega Nord dal 1º luglio 2012 al 15 dicembre 2013. Con i gioverni Berlusconi ricoprì il ruolo di ministro dell’Interno, del lavoro e delle politiche sociali. Mentre dal 2013 al 2018 governò la Lombardia.

La malattia

L’ex governatore lombardo lottava da tempo contro la malattia. A luglio 2021, per motivi di salute sollevati dalla sua difesa, era stato rimandato il processo che lo vedeva imputato per induzione indebita e turbata libertà nel procedimento di scelta del contraente. Mentre a giugno Maroni aveva a malincuore rinunciato alla sua candidatura a sindaco di Varese adducendo motivi personali.

Nonostante il lungo periodo di malattia, d’accordo con la famiglia Maroni aveva mantenuto riserbo sulle sue condizioni di salute. Il 4 gennaio 2021, dopo aver accusato un malore mentre era in casa sua, era caduto battendo la testa. Qualche giorno dopo, poi, era stato operato all’Istituto neurologico Besta di Milano. E ancora, ad aprile dello stesso anno il processo in cui era imputato era già stato rinviato sempre per motivi di salute.

error: ll Contenuto è protetto