Conferita medaglia d’oro al valor militare al Carabiniere Scelto Vittorio Iacovacci

Il 23 dicembre è stata conferita al Carabiniere Scelto Vittorio Iacovacci, la medaglia d’oro al valor militare alla memoria.
MOTIVAZIONE MEDAGLIA D’ORO AL CARABINIERE SCELTO IACOVACCI
“Addetto a Reggimento Carabinieri, in servizio di protezione ad Ambasciatore italiano impegnato in missione umanitaria in area caratterizzata da intensa conflittualità, ne garantiva, con fredda e ferma determinazione, l’incolumità durante il violento tentativo di sequestro ad opera di un commando armato. Nelle successive concitate fasi del conflitto a fuoco tra i rapitori e le forze di sicurezza locali, nel frattempo sopraggiunte, proseguiva, sprezzante dell’imminente pericolo, la coraggiosa azione di protezione dell’autorità. Nel corso dell’ultimo impavido tentativo di mettere in salvo il diplomatico, fattogli scudo con il proprio corpo, veniva colpito a morte, decedendo sul campo. Fulgido esempio di elette virtù militari e altissimo senso del dovere, spinti fino all’estremo sacrificio. Goma (Repubblica Democratica del Congo), 22 febbraio 2021”
BIOGRAFIA

Biografia

Nato da padre operaio e madre casalinga, secondo di 3 figli, lasciò Sonnino nel 2016 per seguire un corso formativo presso la Scuola allievi carabinieri della caserma Trieste, a Iglesias. Compì successivamente un secondo periodo di addestramento al GIS per poi essere destinato al 13º Reggimento carabinieri “Friuli Venezia Giulia” di Gorizia. Qui venne assegnato alla squadra di close protection e successivamente destinato all’estero, a Kinshasa, per fare da scorta all’ambasciatore Luca Attanasio nell’ambito dell’Operazione MONUSCO.

Il 22 febbraio 2021 è morto in un agguato a scopo di rapimento nel tentativo di proteggere l’ambasciatore Attanasio, agguato avvenuto nella provincia del Kivu Nord, nei pressi di Goma, nella Repubblica Democratica del Congo, e dove ha perso la vita anche l’autista congolese Mustapha Milambo.

Il 25 febbraio successivo, nella Basilica di Santa Maria degli Angeli e dei Martiri a Roma, si sono svolte le esequie di Stato, mentre il giorno successivo è stato proclamato lutto cittadino nel comune di Sonnino e si sono celebrati i funerali presso l’Abbazia di Fossanova.

La salma è oggi inumata nel cimitero comunale di Sonnino.

Commenti Facebook
error: Content is protected !!