Carabiniere suicida in caserma, lutto cittadino a Scalea. Aveva solo 29 anni

“Il Sindaco di Scalea Giacomo Perrotta annuncia che per la giornata di domani verrà proclamato il lutto cittadino a seguito della tragica scomparsa di Francesco Ciatto“. Lo ha reso noto l’amministrazione comunale di Scalea in una nota stampa.

Francesco Ciatto, 29 anni, originario di Scalea, Torre Talao, era entrato nell’arma dei carabinieri e da pochi mesi e prestava servizio nel Nucleo Radiomobile di Chioggia, in Veneto. Proprio in caserma, sabato scorso, il giovane si sarebbe tolto la vita sparandosi con la pistola d’ordinanza. Ad udire il boato proveniente dall’esplosione dell’arma i colleghi che sono accorsi immediatamente, allertando i soccorsi che si sono rivelati inutili. Il giovane militare sarebbe deceduto poco dopo l’arrivo al pronto soccorso per le gravi ferite riportate. Si indaga ora sul possibile movente di tale gesto.

Francesco viene descritto da chi lo conosceva come  un ragazzo solare, sempre allegro e con una grandissima passione per la motocicletta, coltivata sin da ragazzino quando ha lavorato come meccanico in una officina di Scalea. Poi la decisione del giovane scaleoto di unirsi all’Arma, per la quale ha prestato servizio anche in Piemonte, prima del recente trasferimento in Veneto. Fino al tragico, inaspettato epilogo di sabato scorso. È il quarto suicidio nell’Arma dei carabinieri in meno di un mese.

Commenti Facebook

Lascia un commento

error: Content is protected !!